www.AE-CMI.it

 

Selezione per il VII Corso di Formazione per Accompagnatori di Escursionismo CAI dell'Area Territoriale C. M. I.

1 e 2 maggio 2010 - San Gregorio Magno (SA)



  Il gruppo di lavoro diretto dall'AE Armando Lanoce, presente l'Ispettore della C.C.E. AE Carlo Diodati, ha proposto agli allievi del prossimo Corso di Formazione di cimentarsi anche con un test su argomenti culturali, al fine di accertare l'esistenza di eventuali carenze significative per poi, a conoscenza del fabbisogno formativo, incrementare la informazione teorico e pratica degli argomenti afferenti all'escursionismo nelle sue molteplici sfaccettature.

  Per i test si ringrazia la Scuola di Escursionismo della Sezione CAI di Salerno ed in particolare il Direttore, AE Valerio Bozza, da sempre in prima fila a sottolineare il ruolo didattico degli Accompagnatori di Escursionismo.


+

       
Ambiente montano Storia dell'Alpinismo Organizzazione del CAI Equipaggiamento
Calcolo dei tempi Pericoli in montagna Protezione Ambiente Montano Alimentazione
Allenamento Primo Soccorso Cartografia ed Orientamento Segnaletica
Flora Geologia Rifugi e Bivacchi  

 

 AMBIENTE   MONTANO  (1)


Qual è la quota del limite del bosco sugli Appennini ?

1800 metri (accettato anche 2000)   =   50 %  risposte esatte


Qual è la quota media del limite delle nevi perenni sulle Alpi ?

 3200 metri (accettati anche 3000 e 3500)  =   100 %  risposte esatte !


Se al livello del mare la temperatura è di 15 gradi, che temperatura troverò a 1000 metri di quota con aria umida ?

9 gradi  =   50 %  risposte esatte


Salendo di 1000 m di quota con aria secca, di quanto scende la temperatura ?

4°         6°        8°      10°   =   40 %  risposte esatte


Quale vegetazione posso trovare a quota 2500 metri ?

   boschi di conifere        boschi di latifoglie        nessuna        prateria   =   50 %  risposte esatte


Qual è la pressione atmosferica media a quota 4000 ?

   231 HPa          995 HPa         1013 HPa          600 HPa   =   75 %  risposte esatte

torna al menu


+

 

STORIA   dell' ALPINISMO  (2)


Quale di queste imprese fu compiuta dal rimpianto, grande Riccardo Cassin ?

Prima salita del K2      Prima salita del Cervino     Prima via ufficiale di VI grado

Sperone Walker delle Grandes Jorasses   =   42 %  risposte esatte


Chi introdusse l’estetica nell’arrampicata, affermando che la via alpinistica

doveva scendere dalla cima come una goccia d’acqua ?

Riccardo Cassin        Walter Bonatti        Giusto  Gervasutti        Emilio Comici   =   71 %  risposte esatte


 Chi fu il primo salitore del Cervino ?

Stephen          Hillary          Mummery          Whymper   =   90 %  risposte esatte


Albert F. Mummery è una figura chiave della storia dell’alpinismo.  Quale fu la sua innovazione ?

                                              l' uso della corda            l' introduzione dello spit

                                              l' arrampicata libera       l' alpinismo senza guide   =   90 %  risposte esatte


  Dove nasce la cultura che favorisce negli anni ’60 la transizione dall’alpinismo tradizionale all’arrampicata moderna?

   Francia              Gran Bretagna               Himalaya               Stati Uniti  =  50 %  risposte esatte


Qual è la data di nascita del Club Alpino Italiano?

1859          1861          1865          1863   =   83  %  risposte esatte


+

ORGANIZZAZIONE  del  CAI  (3)


    Cosa significano gli acronimi ?

    OTPO  :  Organo  Tecnico  Periferico  Operativo  =  82  %  risposte esatte

     

    ARD    :   Assemblea  Regionale dei  Delegati  =  82  %  risposte esatte

    .


    OTCO :  Organo  Tecnico  Centrale  Operativo  =  86  %  risposte esatte

    CRE   :  Commissione  Regionale  per  l' Escursionismo  =  86  %  risposte esatte


    CCE   :  Commissione  Centrale  per l' Escursionismo  =  90  %  risposte esatte

    CDR   :  Comitato  Direttivo  Regionale  =  70  %  risposte esatte


    .PR   :  Presidente  (del Raggruppamento)  Regionale  =  82 %  risposte esatte

    ASE   :   Accompagnatore  Sezionale  di Escursionismo  = 100 %  risposte esatte


    EAI     :   Escursionismo  in  Ambiente  Innevato  = 100 %  risposte esatte

    TAM   :  Tutela  Ambiente  Montano  = 100 %  risposte esatte

    .


    ANE   :  Accompagnatore  Nazionale di  Escursionismo  = 100 %  risposte esatte

    (con qualifica di Secondo Livello)

    EEA   :  (escursione per)   Escursionisti  Esperti  con  Attrezzatura  = 83 %  risposte esatte


+

EQUIPAGGIAMENTO  (4)


Lo strato esterno dell’abbigliamento deve essere

caldo e impermeabile                  caldo e antivento                  caldo e traspirante

impermeabile e traspirante = 100 %  risposte esatte


Quale di queste caratteristiche è sconsigliabile nello scarpone da escursionismo ?

collo alto                 suola antiscivolo                   impermeabilità

scafo rigido  = 100 %  risposte esatte


 

Assegnare ai seguenti tessuti i numeri 1, 2 e 3 secondo la loro capacità di espellere l’umidità

( 1 a quello che ne espelle di più, 3 a quello che ne espelle di meno)

1   microfibre sintetiche            2   lana             3   cotone  = 70 %  risposte esatte


Gli indumenti in microfibre evitano principalmente

di doverli stirare          di sostituirli dopo poche uscite           il ritiro a seguito del lavaggio

di rimanere sudati a lungo  = 100 %  risposte esatte


Partecipando ad una escursione molto lunga, cosa è più opportuno portare con sé?

moffole in pile              imbrago omologato              bastoncini telescopici da trekking

lampada frontale  = 83%  risposte esatte


Lo strato a contatto con la pelle non

ha funzioni termiche            veicola il sudore agli strati sovrastanti            va portato aderente al corpo

deve possedere la zip sino in basso = 67 %  risposte esatte


In discesa i lacci degli scarponi vanno allacciati

piuttosto lenti            stretti fino al penultimo gancio            stretti sul dorso e larghi sul collo

ben stretti = 100%  risposte esatte


Cosa è più opportuno portare nello zaino ?

porta-occhiali               poncho in nylon              tris di posate

lacci per gli scarponi  = 64 %  risposte esatte


+

ORGANIZZAZIONE  di  una  ESCURSIONE  -  CALCOLO  dei  TEMPI  (5)


Devo compiere un dislivello di 450 metri per un sentiero che sale regolarmente.

Quanto tempo impiegherò ?       90 minuti  = 67 %  risposte esatte


Devo compiere un dislivello in discesa di 250 metri per un sentiero che scende regolarmente.

Quanto tempo impiegherò ?       30 minuti  =  43 %  risposte esatte

 


Devo compiere un dislivello di 600 metri su un sentiero che sale regolarmente.

Quanto tempo impiegherò ?       120 minuti   =  70 %  risposte esatte


Devo compiere un dislivello di 150 metri per un sentiero che sale con pendenza regolare.

Quanto tempo impiegherò ?        30 minuti   =  72 %  risposte esatte


Devo discendere un dislivello di 1000 metri per un sentiero che scende con pendenza regolare.

Quanto tempo impiegherò ?    120  minuti   =  50 %  risposte esatte


Devo discendere un dislivello di 750 metri per un sentiero che scende con pendenza regolare.

Quanto tempo impiegherò ?      90  minuti   =  33 %  risposte esatte


Durante una discesa ripida  non devi:

procedere con le gambe divaricate          procedere con i piedi leggermente obliqui          procedere a zig-zag

poggiare le natiche sul terreno   =  92 %  risposte esatte


PERICOLI  in  MONTAGNA  (6)


In caso di temporale con pericolo di fulmini, quale di queste azioni è sbagliata ?

scendere a valle               raggiungere un bosco molto fitto               allontanarsi da tralicci

mantenere il gruppo compatto   =  83 %  risposte esatte


Quale tra questi rappresenta un pericolo soggettivo ?

  possibile caduta massi          possibile caduta di valanghe          temporale con pericolo di fulmini
attraversamento di una lingua di neve
  =  100 %  risposte esatte


Quale di questi incidenti è stato determinato da un pericolo oggettivo?

caduta da una cresta impervia          scivolata su un pendio nevoso          sfinimento durante l’escursione

fulmine durante un temporale  =  90 %  risposte esatte


Quale pericolo non può essere contrastato, seppure con un buon equipaggiamento?

il sole accecante          la tormenta          il freddo          il fulmine  =  100 %  risposte esatte


Quale di questi incidenti non è dovuto a pericoli oggettivi?

distacco di valanga               scarica di sassi provocata da animali              caduta di un fulmine

perdita di orientamento  =  100 %  risposte esatte

Ci troviamo sotto una parete rocciosa.     Cosa conviene fare?

camminare appiattati sulla roccia          guardare spesso verso l’alto          far precipitare le pietre instabili

transitare velocemente  =  43 %  risposte esatte


PROTEZIONE  AMBIENTE  MONTANO  (7)


Hai mangiato un’arancia in montagna.    Cosa fai delle bucce ?

le lanci lontano dal sentiero               le sotterri                        le lasci per gli animali selvatici

le porti a valle in una busta  =  100 %  risposte esatte


Procedere in fila indiana su un sentiero a mezza costa serve principalmente a:

rimanere in silenzio per non disturbare gli animali               procedere con la massima sicurezza

far sì che il gruppo avanzi in maniera ordinata (o con passo regolare)

non danneggiare la modesta vegetazione che protegge il terreno dall’erosione  =  71 %  risposte esatte


Terminata la sosta-panino, ti sono avanzati molti alimenti.              Cosa fai ?

li lasci a disposizione di animali randagi           li infili nello zaino di un ignaro escursionista

inviti insistentemente gli altri escursionisti a consumarli tutti e rapidamente

li incarti  e li riporti a casa  =  95 %  risposte esatte


Quanto tempo la buccia di arancia impiega a degradarsi?

da 2 a 4 giorni          da 2 a 4 settimane          da 2 a 4 mesi          da 2 a 4 anni  =  22 %  risposte esatte


ALIMENTAZIONE  (8)


Cosa devi sempre portare con te, anche se l’escursione è classificata T con durata di 3 ore e dislivello di 150 metri ?

acqua  =  40 (80) %  risposte esatte

 


Partecipi ad una escursione E con durata 4 ore, per raggiungere una cima posta a 1400 metri in periodo invernale.

Quale bevanda porti nello zaino ?

Tè caldo  o  Orzo caldo (dolcificati)  o  Brodo caldo   =  71 %  risposte esatte

 

Che tipo di alimenti è preferibile consumare il sabato precedente una escursione ?

brodi  e  zuppe            olio d’oliva          formaggi  e  latticini           farinacei  =  90 %  risposte esatte

 


L’alimentazione durante i due giorni precedenti l’escursione deve essere:

ricca di grassi insaturi          ricca di proteine          ricca di vitamine e di sali minerali

ricca di farinacei   =  22 %  risposte esatte


Durante le escursioni in periodo invernale è sconsigliato bere alcoolici, perché

aumenta la soglia del dolore           diminuisce l’appetito          diminuisce la resistenza muscolare

aumenta la possibilità di congelamento   =  88 %  risposte esatte

 


Si consiglia di portare nello zaino sempre alimenti graditi e …

quantitativamente abbondanti          altamente calorici          ricchi di acidi grassi insaturi

facilmente digeribili   =  100 %  risposte esatte

 


    

ALLENAMENTO  (9)


Quale attività non è consigliabile per aumentare la capacità respiratoria ?

smettere di fumare          praticare ciclismo o nuoto          camminare a lungo a passo veloce, anche in città

praticare body building  =  93 %  risposte esatte


Quale parte del corpo è opportuno potenziare, con semplici esercizi,

per evitarne la più comune delle lesioni in escursione ?

polpacci               glutei               addominali               caviglie  =  94 %  risposte esatte


Cosa è più opportuno fare poco prima di incominciare una escursione che inizia in salita ?

allentare i lacci degli scarponi                                       bere acqua e/o bibite ipotoniche

allontanare lo zaino dalle spalle, allentando le fettucce          fare stretching  =  56 %  risposte esatte


Chi riprende a camminare in montagna dopo un lungo periodo di inattività deve allenarsi percorrendo

inizialmente qualche breve sentiero con zaino leggero, poi non deve progressivamente aumentare:

il peso dello zaino                      la lunghezza del percorso                       la pendenza affrontata

lo sprint iniziale  =  78 %  risposte esatte


PRIMO  SOCCORSO  (10)


Quale è la prima cosa da fare in caso di incidente in montagna?

invitare il gruppo a confortare l’infortunato                                        chiamare il 118

cercare un sanitario fra i partecipanti all’escursione, perché presti le prime cure

verificare che non ci siano di condizioni di pericolo che possano portare al ripetersi

dell’incidente per te e per altri membri del gruppo  =  79 %  risposte esatte


Porti con te delle capsule che ti sono state prescritte da uno specialista per la tua patologia osteo-articolare.  Un escursionista rallenta il gruppo, lamentando dolori alla schiena molto simili a quelli che tu soffri.   Cosa fai  ?

lo convinci ad assumere una delle tue capsule          gli fornisci il nome ed il numero di telefono del tuo medico

gli dai da bere una bibita energetica

gli procuri una coppia di bastoncini da trekking  =  79 %  risposte esatte


Un escursionista è caduto in malo modo ed è molto probabile che si sia procurato una frattura alla gamba.

Cosa fai ?

lo aiuti a rialzarsi per riprendere lentamente il cammino       gli somministri un antidolorifico

cerchi delle stecche per bloccargli la gamba          telefoni al 118  =  79 %  risposte esatte


Un escursionista accusa una fitta oppressiva al torace, in un tratto senza copertura della rete telefonica.

Cosa fai per allertare il 118 ?

   Premesso che devi memorizzare quei sentieri già percorsi ove c'era campo (sia controllando frequentemente il tuo cellulare sia facendo caso alle telefonate ricevute od effettuate dai tuoi escursionisti).  Al bisogno invia (possibilmente due) validi escursionisti verso quel luogo e/o alture circostanti ove è probabile che ci sia "campo".

Questo in attesa che aumenti la diffusione dei telefoni satellitari. =  100 %  risposte esatte


CARTOGRAFIA  ed  ORIENTAMENTO  (11)


Alle ore 12:00 (orario solare) il sole si trova nella direzione:

NORD               EST               OVEST               SUD  =  90 %  risposte esatte


Cosa è l’azimut ?

 la quota ...               la pendenza...              la direzione …               l' angolo …  =  90 - (100) %  risposte esatte   


Il terminale GPS (riferendomi ai più diffusi in ambito trekking: i Garmin serie Etrex e GPSmap60) non serve a:

conoscere le coordinate U.T.M.          accorgersi di una variazione barometrica          calcolare i metri di elevazione

calcolare le calorie consumate  =  100 %  risposte esatte


Hai acquistato un terminale GPS (vedi nota precedente);

decidi che nelle prossime escursioni puoi evitare di portare con te:

 la bussola               l’altimetro               la cartina               l’orologio  =  100 %  risposte esatte


Le curve di livello sono di vario tipo, ma il loro nome non è:

direttrice               ausiliaria               ordinaria               equivalente  =  56 %  risposte esatte


I punti quotati sono identificati da un numero (es. 1623) preceduto da:

un piccolo triangolo con un punto al centro          una linea continua          una bandierina bianco-rossa

un puntino  =  50 %  risposte esatte


SEGNALETICA  (12)


L’ometto di pietra

segnala la vicinanza di una fonte d’acqua               reca sempre il numero di sentiero

si trova sui prati erbosi               è visibile in condizione di neve  =  20 %  risposte esatte


La segnaletica orizzontale

indica la località in cui ci si trova               indica i sentieri impegnativi per E. E.

indica la quota altimetrica               comprende anche i picchetti segnavia  =  89 %  risposte esatte


Il segnavia bianco-rosso non

indica la continuità del sentiero     presenta il colore bianco in alto e il rosso in basso

misura 8 x 15 centimetri               è posto ogni 333 metri  =  100 %  risposte esatte


Il numero di sentiero non è posto

sulle tabelle segnavia                             sui  segnavia rosso-bianco-rossi a bandiera

sui pannelli o tabelloni d’insieme            sui picchetti segnavia   =  89 %  risposte esatte


La segnaletica verticale viene posta:

sulle grosse pietre                sul tronco degli alberi               sui muri 

agli incroci importanti   =  86 %  risposte esatte


FLORA  (13)


Troviamo un fiore a simmetria raggiata con 5 petali, 5 sepali, molti stami e molti carpelli. Di che famiglia è?

  Ranunculaceae           Orchidaceae              Leguminosae              Rosaceae  =  40 %  risposte esatte


Troviamo un fiore a simmetria bilaterale senza sepali e con sperone.

Le foglie sono a venazione parallela.  Di che famiglia è ?

Rosaceae          Ranunculaceae          Leguminosae          Orchidaceae  =  67 %  risposte esatte


Troviamo un fiore a simmetria raggiata senza sepali, molti stami e molti carpelli.

Le foglie sono palmate.  Di che famiglia è ?

Lamiaceae          Liliaceae          Rosaceae         Ranunculaceae  =  11 %  risposte esatte

 


Troviamo un fiore a simmetria bilaterale bilabiato con fusto a sezione quadrangolare.

Di che famiglia è ?

Asteraceae          Boraginaceae          Leguminosae          Lamiaceae  =  0 %  risposte esatte


Troviamo un fiore con infiorescenza a capolino e fiori tutti tubulati.  Di che famiglia è ?

 Boraginaceae          Lamiaceae          Leguminosae          Asteraceae  =  12 %  risposte esatte


Troviamo un fiore a 5 petali ispido con infiorescenza scorpioide.  Di che famiglia è ?

Asteraceae          Lamiaceae          Leguminosae          Boraginaceae  =  29 %  risposte esatte


GEOLOGIA  (14)


Il calcare è una roccia

Metamorfica                Vulcanica                Intrusiva                Sedimentaria  =  100 %  risposte esatte


In quale periodo geologico si è avuta l’orogenesi appenninica ?

             Precambriano                Paleocene                Quaternario                Miocene   =  20%  risposte esatte

 


La dolina è una tipica depressione del terreno dovuta a

Eruzioni vulcaniche          Fenomeni di subduzione          Terremoti

Fenomeni carsici  =  87 %  risposte esatte

 


Il carsismo si sviluppa principalmente su rocce

 Argillose                Vulcaniche                Metamorfiche                Calcaree  =  87 %  risposte esatte


RIFUGI  e  BIVACCHI  (15)


Cosa è inutile portare in un rifugio ?

Tessera CAI          Sacco-lenzuolo          Asciugami          Ciabatte personali  =  100 %  risposte esatte


Cosa è inutile portare in un bivacco incustodito ?

Sacco-lenzuolo          Cibo          Legna o gas per la stufa          Tessera CAI  =  61 %  risposte esatte


Il rifugio è un ambiente alquanto spartano. Cosa non mi posso aspettare generalmente in un rifugio ?

Coperte sui letti          Un pasto caldo          Un essiccatoio per gli indumenti bagnati

Acqua calda nei bagni  =  89 %  risposte esatte


 All’arrivo in un rifugio, qual è la prima cosa da fare ?

Salire in camera          Annunciarsi al gestore          Chiedere una bevanda calda

Togliersi gli scarponi  =  56 %  risposte esatte


Cosa potrei non trovare in un bivacco incustodito ?

Coperte          Riscaldamento          Fornelletto          Acqua corrente  =  56 %  risposte esatte


A cosa ha diritto un socio CAI in un rifugio presentando la tessera?

 Priorità nell’assegnazione dei posti          Doccia calda          Accesso alla linea telefonica

Sconto sui pasti  =  71 %  risposte esatte


Ho terminato!